venerdì 29 novembre 2013

Un valore racchiuso nei petali ... il mughetto

IL MUGHETTO .... ritorno alla felicità... questo il suo significato.



Guardate la sua bellezza, la sua purezza e la sua perfezione.
Ho voluto mettere questa foto per farvi ammirare maggiormente la bellezza di questo fiore.
Esso raggiunge il culmine della fioritura a  maggio, il mese definito dell'allegria, dei primi caldi, delle giornate che iniziano ad allungarsi, del preludio all'estate, dell'attesa delle vacanze...
per questo, a lui, è stato dato il significato di ritorno alla felicità dopo il tempo cupo dell'inverno.
Il mughetto cresce in forma selvatica in europa, ma soprattutto nel nord.
Nel periodo vittoriano veniva reciso e portato in casa per il suo splendido profumo.
E' il progetto per il mughetto è una tag.





Un abbraccio a tutte.
Vi auguro un dicembre sereno e lieto, la corsa dei preparativi creativi per Natale non vi faccia perdere lo sguardo all'obiettivo (e lo dico anche a me!)
Elena

lunedì 25 novembre 2013

Tela alterata delle piccole donne di casa...

Il tema del challenge di novembre del gruppo su Facebook Creando con Amore era la "Tela": dipinta, alterata, decoupata....
Al matrimonio di Sara, ad ottobre, mia figlia Elisa e mia nipote Marta avevano fatto delle bellissime foto insieme, ho  aggiunto la piccola di casa e ne è uscito fuori un mini album per la nonna con le sue tre nipotine.




Sono partita da due piccole tele, ho passato il gesso sul retro della cornice in modo da nascondere i punti della graffettatrice. Successivamente le ho colorate con il Distress Paint Bundled Sage, sporcato con qualche linea di rosso, ma aggiunto pochi particolari perché volevo che risaltassero le foto.






Per unire le due tele ho usato, all'interno, del cartoncino di grammatura elevata e per l'esterno, ho utilizzato del cartoncino ondulato rosso, sporcato con del bianco e al quale ho unito due grandi bottoni in madreperla.




Mi sono divertita molto a creare questo mini ed era da questa estate che l'avevo in mente,  devo dire che le foto mi hanno aiutata tantissimo.
Avete ancora qualche giorno per creare e partecipare al challenge di novembre!!
Vi aspettiamo.
Elena

mercoledì 20 novembre 2013

CHIACCHIERE CON TE' ... con me

Ciao, che strano essere qui questo mese a "chiacchierare" di me.

Avevo pensato che a dicembre, a chiusura di un anno di chiacchiere, vi avrei parlato di me... ma il corso di Dyan mi ha sfasata un po', l'eccitazione precedente al corso e l'esaltazione al ritorno, mi hanno fatto dimenticare di mandare le domande alla mia donna/creativa prescelta. 
Penso sempre che niente avvenga per caso e, come vi scrivevo ieri, ho bisogno di fare un po' il punto della situazione su alcuni miei aspetti, cosa c'è di meglio di una "autointervista"!:)

1. Dimmi di techi sei? Che lavoro fai? Sei mamma, moglie? 
Sono Elena, mamma di tre fantastiche facce d'angelo Elisa, Matteo ed Alice.
Spostata da sedici anni con Roberto, conosciuto grazie al mio cognome e al beach volley.

2. Qual è la tua passione creativa?

Forse ciò che amo maggiormente è la carta e tutto ciò che gli ruota libri compresi! 
Ho iniziato con il cartonaggio appena sposata, poi ho scoperto il negozio di Impronte d'Autore e il mondo dei timbri. Per parecchio tempo ho sperimentato varie tecniche (tranne il decoupage - non so perché) fino ad approdare alla bigiotteria. Ho un sacco di perline in vetro, le adoro, ho provato anche ad utilizzare il filo di rame e di alluminio, quanta soddisfazione nel  creare  un oggetto dal nulla! 
Ma ciò che mi amo maggiormente è lo scrapbooking e il card making.

3. Quando hai iniziato? Hai fatto dei corsi?
Per quanto riguarda il cartonaggio non ho fatto corsi, avevo comprato un bellissimo libro della Fabbri, che custodisco gelosamente, sul quale vengono spiegati tutti i passaggi per poter creare oggetti differenti.
Per i timbri e la bigiotteria ho fatto parecchi corsi, soprattutto all'inizio per  conoscere bene la tecnica.

4. Quanto tempo dedichi alla tua passione?
Troppo poco tempo! Quando passo le giornate a creare mi sento in colpa perché trascuro la casa e i ragazzi,  quando per giorni non riesco a sedermi alla mia scrivania inizio ad essere nervosa e a non sopportare più nessuno (figli e marito compresi!).E' un circolo vizioso.

5. Raccontami del tuo stile.
Non penso proprio di avere uno stile, sono molto istintiva... forse una caratteristica ce l'ho... amo i pois e tutte le geometrie; però con i dylusion saltano tutti gli schemi...

6. C'è un materiale/oggetto che hai nel tuo cuore?
La carta, me l'annuso, sento la sua pesantezza, osservo la trama... 

7. A quale attrezzo non rinunceresti mai?
Allo "stondatore" (così lo chiamo io) per gli angoli, non riesco a stare senza.


8. C'è qualcosa che hai creato e non sei stata capace di dare via e te lo sei tenuto?
Sopratutto alcuni orecchini, poi dopo uso sempre gli stessi, ma alcuni che ho fatto non ho resistito e li ho subito indossati.

9. C'è una tecnica che non hai mai provato a fare e ti piacerebbe provare?

Mi piacerebbe  imparare a colorare i timbri con i copic, ma prima voglio diventare sicura e quasi perfetta utilizzando i distress!! 


10. Sogno nel cassetto?
Quello di molte creative: far diventare tutto ciò un lavoro... e chissà che non ci riesca!:)


Grazie a chi è arrivato a leggere questo post fino in fondo!

Oggi niente foto, il blog è pieno di miei lavori!
Un abbraccio.
Elena

martedì 19 novembre 2013

Pensieri tra me e me!!

Complice questo tempo, e forse anche il fatto che ho deciso di essere la "protagonista" di Chiacchiere con Té di questo mese (ma pubblicherò domani le motivazioni), sono molto malinconica.
Dopo settimane passate a correre e rincorrere il tempo, ieri mi sono presa del tempo per me, solo per me. Per fermarmi, per chiarirmi le idee su situazioni, relazioni, amicizie, progetti futuri... sono arrivata all'amara conclusione che ha volte bisogna cercare di fare la vittima per riuscire a giustificare le proprie sconfitte.... nooo non fa per me! Sono troppo sincera e obiettiva nei riguardi di me stessa che non riuscirei mai ad avere questo atteggiamento!!! Non ho ancora le idee chiare!!
Intanto che pensavo ho creato questa pagina


Dyan ci ha detto che dobbiamo creare per noi, colorare, spruzzare, disegnare .... deve servire a noi, non c'è niente di sbagliato perché lo facciamo per noi .... avevo bisogno di rifissare nella mia mente una frase, e così è stato. La sagoma nera e bianca poi non finiva di piacere e così l'ho ristampata, ritagliata e colorata...mi sento come questa sagoma: diversa dagli altri, colorata .... unica anche se non eccezionale.
Normalmente particolare!!!:)
Non voglio compiangermi e neanche esaltarmi, mi piaccio così come sono sorridente, giocosa, con le scarpe a papera, appassionata alla vita e a ciò che faccio, e se agli altri vado bene così ... bene... altrimenti ... si vedrà.
Baci a tutti.
Elena


VI ASPETTO ANCHE DOMANI ALLE 17.00 - CHIACCHIERE CON ME

martedì 12 novembre 2013

1 post creativo al giorno

Cristina e Rita , per questo 2013, hanno creato un blog nel quale ogni giorno veniva proposto un post creativo.



Venerdì scorso è stato pubblicato un mio progettino, andate a sbirciare!!!!
Grazie a Cristina e Rita.
Un abbraccio
Elena


lunedì 11 novembre 2013

...il cuore pieno di battiti e gli occhi pieni di te...

Questa è la sensazione che ho stamattina dopo aver vissuto un week end così intenso.
Perfino mio marito, ieri sera, mentre gli raccontavo tutta la mia giornata di sabato e la tecnica usata da Dyan Reaveley, è rimasto affascinato e interessato.
Questa donna, questa forza della natura  si è donata a noi, non si è risparmiata, è andata oltre alle nostre aspettative, è andata oltre l'orario stabilito.
Sabato abbiamo iniziato alle 9,30 e abbiamo finito alle 20.40 perché il ristorante dell'albergo ci stava aspettando (l'unica pausa è stata per mangiare dalle 13.45 alle 15.00).
Ci ha presentato i suoi colori, ci ha insegnato la sua tecnica, ci ha dimostrato i suoi nuovi prodotti e ci ha regalato se stessa, raccontandoci parte della sua vita e come è arrivata dov'è ora.
Ci siamo commosse tutte e ad alcune la lacrimuccia è scappata.
Ci ha dato veramente una lezione di vita!
Non penso di esagerare e noi che eravamo li sappiamo esattamente cosa significhi questo.
Io mi sono appassionata ai suoi colori questa estate, per puro caso, grazie ad un commento che Miria ha lasciato sul blog di Danda, che ringrazio entrambe.
E poi volevo ringraziare anche chi con me ha condiviso ...
...chiacchiere, viaggio e camera Miranda e Cristina ... e qualcosa in più
...chiacchiere, pranzi e cene Miria, Giusi e Stefania... e un po' di sé
... Alessandra-Danda, Vanesia, Barbara e sua mamma, Alessandra, Paola (che mi ha salutato calorosamente malgrado ci siamo sempre solo scritte su facebook e blog) , Janet e la guida turistica di Modena (non mi ricordo il suo nome) e tanti volti e sorrisi di cui non conosco il nome ... e un po' di foto











Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.
Baci
Elena

lunedì 4 novembre 2013

UN VALORE RACCHIUSO NEI PETALI ... IL TULIPANO

Ahhhhhh questo sarebbe il fiore scelto per ottobre....
sono qui a scrivere al 4 novembre...... ahhhh.... a proposito auguri a tutti i Carlo e Carla e derivati.....
Prima di tutto vi devo dire che ho scelto il tulipano perché rappresenta la primavera....
penserete che mi sono bevuta il cervello... beh forse anche quello, ma la scelta è stata presa con cognizione di causa!!! Volevo essere in contrasto con il grigiore della mia Milano!!! (Sesto San Giovanni)
Il tulipano è uno dei fiori più amati e familiare a tutti, anche se la sua terra di origine  è il Medio Oriente.  Durante l'impero ottomano  questo fiore  era prezioso per i turchi, che lo avevano coltivato e "coccolato" portandolo alla perfezione!
Successivamente venne diffuso in tutta Europa e fu un viaggiatore, Jean Chardin, ad considerare il tulipano come fiore impiegato per le dichiarazioni d'amore. Il suo colore intenso e brillante indicava l'ardore del pretendente verso la giovane fanciulla amata, mentre "il centro nero del fiore rappresentava il cuore dell'innamorato ridotto in cenere da un sentimento ardente".
Che emozione!!!! Solo leggendo la similitudine tra il cuore umano e il cuore del fiore sento l'intensità del sentimento e del valore che ognuno di noi potrebbe dare ad ogni dono che offre all'altro.
Quando un amico mi ha chiesto di preparargli un semplice ma raffinato portacd da regalare alla sua amata, ho subito pensato al tulipano! Questo amico ha preparato un cd con le canzoni della sua storia accanto alla sua sposa e voleva una confezione unica.
Sapete che i protagonisti di questo appuntamento mensile (o quasi) sono i fiori, quindi non pretendo di fare lavori ricchi di tecnica o con molti particolari, questo è il mio portacd:





Baci a voi!!
Elena
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...